Pagine

martedì 31 maggio 2016

A chi interessa il Progresso?

Che significato dare ad un'assemblea che ha visto la partecipazione dello 0,5% dei soci e la presenza di solo due associazioni che lavorano nel circolo a fronte dei grossi problemi che gravano sulla struttura a cominciare dalla mancanza di risorse umane necessarie per gestire tutte le attività del Progresso.
La domanda è "a chi interessa realmente lo spazio del Progresso"? Sono cosi sicure le associazioni che vi lavorano di trovare ambienti simili a queste condizioni economiche? E tutti quelli che frequentano il circolo sono cosi convinti che le cose andranno avanti sempre senza il rinnovamento di chi si sta assumendo le responsabilità della gestione generale del circolo?
Eppure la stagione è stata ampiamente positiva: cartellone teatrale e cartellone musicale di ottimo livello, rinnovamento del corpo sociale di oltre il 50%, aumento delle frequenze agli spettacoli. Tutto questo però non ha portato nessun aumento delle risorse umane necessarie per la gestione del del Progresso.
Per chi sta faticosamente gestendo il circolo (e a settembre il mandato scade) sentirsi soli di fronte a problemi difficili da risolvere e a responsabilità importanti (civili e penali) produce una sorta di depressione.

A settembre sarà convocata una nuova assemblea nella quale tutto il Consiglio si presenterà dimissionario. L'Assemblea nominerà una commissione elettorale che entro un mese dovrà dare indicazioni per il nuovo Consiglio.

Sarebbe opportuno che le problematiche del circolo venissero condivise da tutte le associazioni per le quali il circolo è il luogo di lavoro. Sarebbe opportuno che gli attuali consiglieri venissero integrati e/o sostituiti con nuove energie. Sarebbe opportuno che la prossima assemblea fosse veramente partecipata. Sarebbe opportuno......

mercoledì 11 maggio 2016

30 maggio 2016: L'Assemblea dei Soci del Progresso

Lunedi 30 maggio il Progresso tiene la sua Assemblea Ordinaria per l'approvazione del Bilancio 2015 e per valutare l'andamento del circolo.
E' un atto fondamentale che rende tutti i Soci protagonisti nella gestione del circolo. E' un atto profondamente democratico.

Siamo in un periodo importante per il Progresso. Ci sono i vecchi problemi economici ma c'è una programmazione culturale di teatro e musica veramente importante. Ci sono Associazioni che tengono nel circolo corsi di qualità. Ci sono tanti nuovi soci. C'è effettivamente un nuovo clima che ci sta aiutando a superare i disagi ambientali più volte denunciati. Il Consiglio sta operando per garantire a tutti i soci e alle Associazioni che lavorano all'interno del circolo sicurezza e qualità pur nelle difficoltà economiche a tutti note da tempo. Ma tutto questo implica una maggior richiesta di energie umane.


Infatti ora più che mai il Progresso ha necessità di aumentare le risorse umane di cui disporre.
 A settembre scade il mandato dell'attuale consiglio e quindi se ne dovrà formare uno nuovo. 
Sarebbe importante che ogni Associazione che ha fatto del Progresso il proprio luogo di lavoro venisse rappresentata in Consiglio, 
Sarebbe importante che i molteplici oneri della gestione venissero suddivisi fra più persone.
Sarebbe importante che alcuni Soci assumessero responsabilità nella gestione.
Questo è quanto il Consiglio chiederà all'Assemblea